Per chi vuole iniziare il percorso della dieta chetogenica, è molto importante ascoltare la testimonianza di donne e uomini che hanno fatto la stessa scelta qualche tempo fa, senza pentirsene mai. Parole come quelle di Giada, Michela e Valentina sono il miglior biglietto da visita per la keto diet.

Intraprendere il percorso della dieta chetogenica significa adottare un nuovo stile di vita, in cui l’alimentazione quotidiana viene liberata da molti falsi miti e assume nuove forme. Ed è proprio questa rivoluzione che rende il protocollo chetogenico così efficace ma anche un po’ ostico, soprattutto nelle fasi iniziali. Per supportare chi sceglie questa strada, quindi, può rivelarsi molto utile il confronto con persone che ci sono già passate, che hanno introdotto la dieta chetogenica nella loro vita e non l’hanno più abbandonata, perché hanno guadagnato salute e serenità. Stai pensando di iniziare a mangiare keto ma pensi di avere bisogno di un piccolo incoraggiamento? Lascia che a dartelo siano Giada, Michela e Valentina, tre persone “in carne e ossa” che hanno deciso di portare in questo articolo le loro testimonianze sulla dieta chetogernica.

Non riesci a stare a dieta? Scopri perché

Valentina, una vita a dieta (senza risultati)

Il rapporto tra Valentina e le diete inizia molto presto. “Fin da bambina”, racconta “sono sempre stata un po’ sovrappeso e, anche se per me non era un grosso problema, a 15 anni ho iniziato la prima dieta, a cui sono seguite molte altre”. Nonostante i sacrifici, però, i risultati non arrivano. Ad un certo punto, ai chilogrammi di troppo si aggiunge anche una seria patologia: la steatosi epatica (il cosiddetto “fegato grasso”), conseguenza di un’intossicazione dovuta ad un farmaco. A questo punto, la dieta non è più solo un modo per rimettersi in forma ma una vera e propria terapia. Valentina inizia a seguire un’alimentazione con pochissimi grassi, perdendo ben 14 kg ma senza miglioramenti per il suo fegato. Per non parlare della sfera emotiva, totalmente fiaccata da una dieta estenuante. Uno sforzo difficile da reggere a lungo e, per questo motivo, a poco a poco, lei si lascia andare, ricominciando ad ingrassare, fino a toccare il peso record di 96 kg (su 1,75 metri di altezza), a soli 30 anni. È il 2019 e arriva un momento di svolta: l’incontro con la dieta chetogenica. L’impatto non è semplice: una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati è l’esatto opposto di ciò che le hanno proposto per anni. Eppure, funziona. “Seguendo delle semplici regole”, spiega Valentina, “ho riscoperto il mio corpo pieno di energia e l’ho visto iniziare a trasformarsi; perdevo circa 700 gr di grasso corporeo a settimana e la fatica è stata relativa, visto che non dovevo pesare niente e mangiavo cibi gustosi e saporiti, purché privi di zucchero”. Una vera rinascita, che la porta a perdere ben 26 kg in soli 9 mesi. “Ora seguo una dieta a basso contenuto di carboidrati”, conclude, “e mi sento padrona del mio corpo, della mia mente e anche del mio stomaco!”.

Scopri come è possibile perdere grasso mangiando grassi

Michela, la rivoluzione alimentare non ha età

Chi lo ha detto che esiste un limite di età per ritrovare l’armonia con il proprio corpo? La storia di Michela è qui a dimostrare il contrario. Per lei, infatti, la scoperta della dieta chetogenica arriva quando la soglia dei fatidici 50 anni è stata superata da un po’. Eppure, nulla inficia la bontà dei risultati. “Ho iniziato questo percorso nel settembre del 2022”, racconta, “e alla prima visita nutrizionale la bilancia ha fatto segnare un peso di oltre 96 kg”. Oggi, invece, i chilogrammi sono solo 68, ben 28 in meno. In mezzo, ci sono mesi di una vera e propria rivoluzione alimentare, che le ha richiesto sicuramente molto impegno ma le ha anche dato molte soddisfazioni.

Dieta chetogenica in menopausa? Un’ottima idea

Giada e l’esperienza della chetogenica con cibo vero

La storia di Giada, invece, è quella di un doppio incontro con la dieta chetogenica, il primo fallimentare, il secondo di successo. Una dimostrazione che, nell’alimentazione come in molte altre cose nella vita, non conta solo fare le cose, ma anche il metodo. Tutto inizia quando Giada decide di dare una svolta al proprio corpo: è giovane e bella, ma la sua salute è messa in percolo da una forte obesità. Il primo tentativo di dimagrimento lo fa con una dieta chetogenica realizzata ricorrendo a prodotti sostitutivi (polveri, spuntini, pasti pronti). Inizialmente, i risultati sembrano incoraggianti e Giada perde molti chilogrammi, anche fino a 30. Purtroppo, però, li riprende altrettanto velocemente, andando su e giù con il più classico degli effetti yo-yo. Inoltre, ad un certo punto, il corpo inizia a rifiutare completamente i pasti sostitutivi. E Giada va in crisi, arrivando ad avere addosso 40 kg in più rispetto al suo peso forma. A cambiarle l’orizzonte è l’approccio alla chetogenica fatta consumando solo cibo vero. È la chiave di volta che le permette di cambiare davvero mentalità e rapporto con il cibo e di conquistare risultati finalmente duraturi. Oggi, infatti, è nel suo normopeso. Ed è felice.

Leggi di più sulla dieta chetogenica con pasti sostitutivi